IT »    EN »

Agenda 2016

L'AQUILA (Italia)

LISZT E L’ITALIA, il grande autore ungherese e i suoi rapporti con il nostro Paese: tra le ispirazioni poetiche e artistiche e la sua scuola di allievi celebri (Martucci e Sgambati)

Tour di 8 concerti in Italia e Ungheria tra il 20 ottobre 2017 e  il 10 febbraio 2017: 20 ottobre 2016 Firenze, 21 ottobre 2016 Roma, 23 ottobre 2016 Pécs, 25 ottobre 2016 Dunaharasti, 28 ottobre 2016 Budapest, 6 dicembre 2016 Firenze, 8 dicembre 2016 L’Aquila, 10 febbraio 2017 Sondrio.

http://barattelli.it/eventi/i-bricconcello-in-ferenc-liszt-e-litalia/

soprano Patrizia Cigna

tenore Leonardo De Lisi

violino Zoltán Bánfalvi

violoncello Pierluigi Ruggiero

pianoforte Péter Kiss

 

Ferenc  LISZT (1811 – 1886)

Liebesträum n.3 (pianoforte solo) / Studio da concerto S.144 n° 3 “Un sospiro” in Re b maggiore (pianoforte solo)

Sonetto 134 “Pace non trovo” e Sonetto 156 “I’vidi in terra” (Petrarca) (tenore e pianoforte)  

 

Giuseppe MARTUCCI (1856 – 1909)

Romanza op. 72 n° 2 (violoncello e pianoforte) / La Canzone dei ricordi (ciclo di 7 liriche) op.68  (soprano e pianoforte)

 

Ferenc  LISZT (1811 – 1886)

Elégie n. 1 S.130 c  ed Elégie n. 2 S.131 bis (violino e pianoforte)

 

Alfredo PIATTI (1822 – 1901)

Notturno op.20 (violoncello e pianoforte) / La sera (A. Maffei)(tenore, violoncello e pianoforte) / Tell me, Maiden (F. Dixon) (tenore e pianoforte)

 

Giovanni SGAMBATI (1841 – 1914)

La Gondoliera op.29 (violino e pianoforte) / Separazione (poesia popolare) e Fior di siepe (L. Stecchetti) (soprano e pianoforte)

 

Giuliano DI GIUSEPPE

“Reminiscenze – Ricapitolando e coda”  (prima esecuzione) (tutti) Dedicato a I BRICCONCELLO

 

Ferenc  LISZT (1811 – 1886)

Tristia – La Vallée d’Obermann (violino, violoncello e pianoforte)

 

 

 

  •    06 dicembre 2016
  •    21:00
  •    Auditorium CRF via Folco Portinari, Firenze

FIRENZE (Italia)

LISZT E L’ITALIA, il grande autore ungherese e i suoi rapporti con il nostro Paese: tra le ispirazioni poetiche e artistiche e la sua scuola di allievi celebri (Martucci e Sgambati)

Tour di 8 concerti in Italia e Ungheria tra il 20 ottobre 2017 e  il 10 febbraio 2017: 20 ottobre 2016 Firenze, 21 ottobre 2016 Roma, 23 ottobre 2016 Pécs, 25 ottobre 2016 Dunaharasti, 28 ottobre 2016 Budapest, 6 dicembre 2016 Firenze, 8 dicembre 2016 L’Aquila, 10 febbraio 2017 Sondrio.

soprano Patrizia Cigna

tenore Leonardo De Lisi

violino Zoltán Bánfalvi

violoncello Pierluigi Ruggiero

pianoforte Péter Kiss

 

Ferenc  LISZT (1811 – 1886)

Liebesträum n.3 (pianoforte solo)

Studio da concerto S.144 n° 3 “Un sospiro” in Re b maggiore (pianoforte solo)

Sonetto 134 “Pace non trovo” (Francesco Petrarca) (tenore e pianoforte)

Sonetto 156 “I’vidi in terra” (Francesco Petrarca) (tenore e pianoforte)  

 

Giuseppe MARTUCCI (1856 – 1909)

Romanza op. 72 n° 2 (violoncello e pianoforte)

La Canzone dei ricordi (ciclo di 7 liriche) op.68  (soprano e pianoforte)

 

Ferenc  LISZT (1811 – 1886)

Elégie n. 1 S.130 c (violino e pianoforte)

Elégie n. 2 S.131 bis (violino e pianoforte)

 

Alfredo PIATTI (1822 – 1901)

Notturno op.20 (violoncello e pianoforte)

La sera (A. Maffei)(tenore, violoncello e pianoforte)

Tell me, Maiden (F. Dixon) (tenore e pianoforte)

 

Giovanni SGAMBATI (1841 – 1914)

La Gondoliera op.29 (violino e pianoforte)

Separazione (poesia popolare) (soprano e pianoforte)

Fior di siepe (L. Stecchetti (soprano e pianoforte)

 

Giuliano DI GIUSEPPE

“Reminiscenze – Ricapitolando e coda”  (prima esecuzione) (tutti)

Dedicato a I BRICCONCELLO

 

Ferenc  LISZT (1811 – 1886)

Tristia – La Vallée d’Obermann (violino, violoncello e pianoforte)

 

 

 

  •    28 novembre 2016
  •    19:00
  •    Istituto Italiano di Cultura di Budapest, Grande Sala Giuseppe Verdi

BUDAPEST (Ungheria)

LISZT E L’ITALIA, il grande autore ungherese e i suoi rapporti con il nostro Paese: tra le ispirazioni poetiche e artistiche e la sua scuola di allievi celebri (Martucci e Sgambati)

Tour di 8 concerti in Italia e Ungheria tra il 20 ottobre 2017 e  il 10 febbraio 2017: 20 ottobre 2016 Firenze, 21 ottobre 2016 Roma, 23 ottobre 2016 Pécs, 25 ottobre 2016 Dunaharasti, 28 ottobre 2016 Budapest, 6 dicembre 2016 Firenze, 8 dicembre 2016 L’Aquila, 10 febbraio 2017 Sondrio.

soprano Patrizia Cigna

tenore Leonardo De Lisi

violino Zoltán Bánfalvi

violoncello Pierluigi Ruggiero

pianoforte Péter Kiss

 

Ferenc  LISZT (1811 – 1886)

Liebesträum n.3 (pianoforte solo)

Studio da concerto S.144 n° 3 “Un sospiro” in Re b maggiore (pianoforte solo)

Sonetto 134 “Pace non trovo” (Francesco Petrarca) (tenore e pianoforte)

Sonetto 156 “I’vidi in terra” (Francesco Petrarca) (tenore e pianoforte)  

 

Giuseppe MARTUCCI (1856 – 1909)

Romanza op. 72 n° 2 (violoncello e pianoforte)

La Canzone dei ricordi (ciclo di 7 liriche) op.68  (soprano e pianoforte)

 

Ferenc  LISZT (1811 – 1886)

Elégie n. 1 S.130 c (violino e pianoforte)

Elégie n. 2 S.131 bis (violino e pianoforte)

 

Alfredo PIATTI (1822 – 1901)

Notturno op.20 (violoncello e pianoforte)

La sera (A. Maffei)(tenore, violoncello e pianoforte)

Tell me, Maiden (F. Dixon) (tenore e pianoforte)

 

Giovanni SGAMBATI (1841 – 1914)

La Gondoliera op.29 (violino e pianoforte)

Separazione (poesia popolare) (soprano e pianoforte)

Fior di siepe (L. Stecchetti (soprano e pianoforte)

 

Giuliano DI GIUSEPPE

“Reminiscenze – Ricapitolando e coda”  (prima esecuzione) (tutti)

Dedicato a I BRICCONCELLO

 

Ferenc  LISZT (1811 – 1886)

Tristia – La Vallée d’Obermann (violino, violoncello e pianoforte)

 

 

 

  •    25 novembre 2016
  •    18:30
  •    Salone del Leffert Kuria, Festival Quattro Stagioni

DUNAHARASZTI (Ungheria)

LISZT E L’ITALIA, il grande autore ungherese e i suoi rapporti con il nostro Paese: tra le ispirazioni poetiche e artistiche e la sua scuola di allievi celebri (Martucci e Sgambati)

Tour di 8 concerti in Italia e Ungheria tra il 20 ottobre 2017 e  il 10 febbraio 2017: 20 ottobre 2016 Firenze, 21 ottobre 2016 Roma, 23 ottobre 2016 Pécs, 25 ottobre 2016 Dunaharasti, 28 ottobre 2016 Budapest, 6 dicembre 2016 Firenze, 8 dicembre 2016 L’Aquila, 10 febbraio 2017 Sondrio.

soprano Patrizia Cigna

tenore Leonardo De Lisi

violino Zoltán Bánfalvi

violoncello Pierluigi Ruggiero

pianoforte Péter Kiss

 

Ferenc  LISZT (1811 – 1886)

Liebesträum n.3 (pianoforte solo)

Studio da concerto S.144 n° 3 “Un sospiro” in Re b maggiore (pianoforte solo)

Sonetto 134 “Pace non trovo” (Francesco Petrarca) (tenore e pianoforte)

Sonetto 156 “I’vidi in terra” (Francesco Petrarca) (tenore e pianoforte)  

 

Giuseppe MARTUCCI (1856 – 1909)

Romanza op. 72 n° 2 (violoncello e pianoforte)

La Canzone dei ricordi (ciclo di 7 liriche) op.68  (soprano e pianoforte)

 

Ferenc  LISZT (1811 – 1886)

Elégie n. 1 S.130 c (violino e pianoforte)

Elégie n. 2 S.131 bis (violino e pianoforte)

 

Alfredo PIATTI (1822 – 1901)

Notturno op.20 (violoncello e pianoforte)

La sera (A. Maffei)(tenore, violoncello e pianoforte)

Tell me, Maiden (F. Dixon) (tenore e pianoforte)

 

Giovanni SGAMBATI (1841 – 1914)

La Gondoliera op.29 (violino e pianoforte)

Separazione (poesia popolare) (soprano e pianoforte)

Fior di siepe (L. Stecchetti (soprano e pianoforte)

 

Giuliano DI GIUSEPPE

“Reminiscenze – Ricapitolando e coda”  (prima esecuzione) (tutti)

Dedicato a I BRICCONCELLO

 

Ferenc  LISZT (1811 – 1886)

Tristia – La Vallée d’Obermann (violino, violoncello e pianoforte)

 

 

 

  •    22 novembre 2016
  •    18:00
  •    Università di Pecs, Auditorium Ferenc Liszt

PECS (Ungheria)

LISZT E L’ITALIA, il grande autore ungherese e i suoi rapporti con il nostro Paese: tra le ispirazioni poetiche e artistiche e la sua scuola di allievi celebri (Martucci e Sgambati)

Tour di 8 concerti in Italia e Ungheria tra il 20 ottobre 2017 e  il 10 febbraio 2017: 20 ottobre 2016 Firenze, 21 ottobre 2016 Roma, 23 ottobre 2016 Pécs, 25 ottobre 2016 Dunaharasti, 28 ottobre 2016 Budapest, 6 dicembre 2016 Firenze, 8 dicembre 2016 L’Aquila, 10 febbraio 2017 Sondrio.

soprano Patrizia Cigna

tenore Leonardo De Lisi

violino Zoltán Bánfalvi

violoncello Pierluigi Ruggiero

pianoforte Péter Kiss

 

Ferenc  LISZT (1811 – 1886)

Liebesträum n.3 (pianoforte solo)

Studio da concerto S.144 n° 3 “Un sospiro” in Re b maggiore (pianoforte solo)

Sonetto 134 “Pace non trovo” (Francesco Petrarca) (tenore e pianoforte)

Sonetto 156 “I’vidi in terra” (Francesco Petrarca) (tenore e pianoforte)  

 

Giuseppe MARTUCCI (1856 – 1909)

Romanza op. 72 n° 2 (violoncello e pianoforte)

La Canzone dei ricordi (ciclo di 7 liriche) op.68  (soprano e pianoforte)

 

Ferenc  LISZT (1811 – 1886)

Elégie n. 1 S.130 c (violino e pianoforte)

Elégie n. 2 S.131 bis (violino e pianoforte)

 

Alfredo PIATTI (1822 – 1901)

Notturno op.20 (violoncello e pianoforte)

La sera (A. Maffei)(tenore, violoncello e pianoforte)

Tell me, Maiden (F. Dixon) (tenore e pianoforte)

 

Giovanni SGAMBATI (1841 – 1914)

La Gondoliera op.29 (violino e pianoforte)

Separazione (poesia popolare) (soprano e pianoforte)

Fior di siepe (L. Stecchetti (soprano e pianoforte)

 

Giuliano DI GIUSEPPE

“Reminiscenze – Ricapitolando e coda”  (prima esecuzione) (tutti)

Dedicato a I BRICCONCELLO

 

Ferenc  LISZT (1811 – 1886)

Tristia – La Vallée d’Obermann (violino, violoncello e pianoforte)

 

 

 

  •    21 ottobre 2016
  •    18:00
  •    Accademia d'ungheria in via Giulia, Palazzo Falconieri

ROMA (Italia)

LISZT E L’ITALIA, il grande autore ungherese e i suoi rapporti con il nostro Paese: tra le ispirazioni poetiche e artistiche e la sua scuola di allievi celebri (Martucci e Sgambati)

Tour di 8 concerti in Italia e Ungheria tra il 20 ottobre 2017 e  il 10 febbraio 2017: 20 ottobre 2016 Firenze, 21 ottobre 2016 Roma, 23 ottobre 2016 Pécs, 25 ottobre 2016 Dunaharasti, 28 ottobre 2016 Budapest, 6 dicembre 2016 Firenze, 8 dicembre 2016 L’Aquila, 10 febbraio 2017 Sondrio.

soprano Patrizia Cigna

tenore Leonardo De Lisi

violino Zoltán Bánfalvi

violoncello Pierluigi Ruggiero

pianoforte Péter Kiss

 

Ferenc  LISZT (1811 – 1886)

Liebesträum n.3 (pianoforte solo)

Studio da concerto S.144 n° 3 “Un sospiro” in Re b maggiore (pianoforte solo)

Sonetto 134 “Pace non trovo” (Francesco Petrarca) (tenore e pianoforte)

Sonetto 156 “I’vidi in terra” (Francesco Petrarca) (tenore e pianoforte)  

 

Giuseppe MARTUCCI (1856 – 1909)

Romanza op. 72 n° 2 (violoncello e pianoforte)

La Canzone dei ricordi (ciclo di 7 liriche) op.68  (soprano e pianoforte)

 

Ferenc  LISZT (1811 – 1886)

Elégie n. 1 S.130 c (violino e pianoforte)

Elégie n. 2 S.131 bis (violino e pianoforte)

 

Alfredo PIATTI (1822 – 1901)

Notturno op.20 (violoncello e pianoforte)

La sera (A. Maffei)(tenore, violoncello e pianoforte)

Tell me, Maiden (F. Dixon) (tenore e pianoforte)

 

Giovanni SGAMBATI (1841 – 1914)

La Gondoliera op.29 (violino e pianoforte)

Separazione (poesia popolare) (soprano e pianoforte)

Fior di siepe (L. Stecchetti (soprano e pianoforte)

 

Giuliano DI GIUSEPPE

“Reminiscenze – Ricapitolando e coda”  (prima esecuzione) (tutti)

Dedicato a I BRICCONCELLO

 

Ferenc  LISZT (1811 – 1886)

Tristia – La Vallée d’Obermann (violino, violoncello e pianoforte)

 

 

 

 

  •    20 ottobre 2016
  •    17:00
  •    Palatto Batogi, via Cavour 18 - Firenze - Salone delle Feste

FIRENZE (Italia)

LISZT E L’ITALIA, il grande autore ungherese e i suoi rapporti con il nostro Paese: tra le ispirazioni poetiche e artistiche e la sua scuola di allievi celebri (Martucci e Sgambati)

Tour di 8 concerti in Italia e Ungheria tra il 20 ottobre 2017 e  il 10 febbraio 2017: 20 ottobre 2016 Firenze, 21 ottobre 2016 Roma, 23 ottobre 2016 Pécs, 25 ottobre 2016 Dunaharasti, 28 ottobre 2016 Budapest, 6 dicembre 2016 Firenze, 8 dicembre 2016 L’Aquila, 10 febbraio 2017 Sondrio.

soprano Patrizia Cigna

tenore Leonardo De Lisi

violino Zoltán Bánfalvi

violoncello Pierluigi Ruggiero

pianoforte Péter Kiss

 

Ferenc  LISZT (1811 – 1886)

Liebesträum n.3 (pianoforte solo)

Studio da concerto S.144 n° 3 “Un sospiro” in Re b maggiore (pianoforte solo)

Sonetto 134 “Pace non trovo” (Francesco Petrarca) (tenore e pianoforte)

Sonetto 156 “I’vidi in terra” (Francesco Petrarca) (tenore e pianoforte)  

 

Giuseppe MARTUCCI (1856 – 1909)

Romanza op. 72 n° 2 (violoncello e pianoforte)

La Canzone dei ricordi (ciclo di 7 liriche) op.68  (soprano e pianoforte)

 

Ferenc  LISZT (1811 – 1886)

Elégie n. 1 S.130 c (violino e pianoforte)

Elégie n. 2 S.131 bis (violino e pianoforte)

 

Alfredo PIATTI (1822 – 1901)

Notturno op.20 (violoncello e pianoforte)

La sera (A. Maffei)(tenore, violoncello e pianoforte)

Tell me, Maiden (F. Dixon) (tenore e pianoforte)

 

Giovanni SGAMBATI (1841 – 1914)

La Gondoliera op.29 (violino e pianoforte)

Separazione (poesia popolare) (soprano e pianoforte)

Fior di siepe (L. Stecchetti (soprano e pianoforte)

 

Giuliano DI GIUSEPPE

“Reminiscenze – Ricapitolando e coda”  (prima esecuzione) (tutti)

Dedicato a I BRICCONCELLO

 

Ferenc  LISZT (1811 – 1886)

Tristia – La Vallée d’Obermann (violino, violoncello e pianoforte)

 

 

 

 

MENDOZA (Argentina)

Mendoza, Centro Italiano de Mendoza

Domenica 19 giugno 2016

ore 20:30

Consolato Generale d’Italia di Mendoza, nell’ambito dell’Anno dell’Italia in America Latina (AIAL) e della manifestazione culturale “VERANO ITALIANO”.

Ensemble Cameristico I Bricconcello in “Paesaggi Musicali Italiani

http://www.consmendoza.esteri.it/

Descrivere un Paese come l’Italia attraverso alcune delle sue migliori tradizioni di musica popolare e le sue ispirazioni poetiche più colorite è l’ambiziosa e impegnativa proposta che ci presenta l’ensemble da camera “I Bricconcello”. La formazione riunisce quattro musicisti con un’importante carriera artistica a livello internazionale:

  • Leonardo De Lisi (tenore)
  • Péter Szücs (clarinetto)
  • Luca Trabucchi (chitarra)
  • Pierluigi Ruggiero (violoncello).

Con un programma che include un omaggio alle città di Venezia e Napoli, oltre ad una suite dedicata alla musica ed al Cinema degli anni ’30, l’ensemble “I Bricconcello” ci condurrà in un viaggio musicale e multimediale lungo i paesaggi, l’arte e la cultura dell’Italia, attraverso le melodie appositamente arrangiate per questo spettacolo dal compositore Giuliano Di Giuseppe.

LA PLATA (Argentina)

City Bell (La Plata)  – Teatro de Cámara

Sabato 18 giugno alle ore 20:30

Consolato Generale d’Italia di La Plata, nell’ambito dell’Anno dell’Italia in America Latina (AIAL) e della manifestazione culturale “VERANO ITALIANO”.

Ensemble Cameristico I Bricconcello in “Paesaggi Musicali Italiani

http://www.conslaplata.esteri.it/

Descrivere un Paese come l’Italia attraverso alcune delle sue migliori tradizioni di musica popolare e le sue ispirazioni poetiche più colorite è l’ambiziosa e impegnativa proposta che ci presenta l’ensemble da camera “I Bricconcello”. La formazione riunisce quattro musicisti con un’importante carriera artistica a livello internazionale:

  • Leonardo De Lisi (tenore)
  • Péter Szücs (clarinetto)
  • Luca Trabucchi (chitarra)
  • Pierluigi Ruggiero (violoncello).

Con un programma che include un omaggio alle città di Venezia e Napoli, oltre ad una suite dedicata alla musica ed al Cinema degli anni ’30, l’ensemble “I Bricconcello” ci condurrà in un viaggio musicale e multimediale lungo i paesaggi, l’arte e la cultura dell’Italia, attraverso le melodie appositamente arrangiate per questo spettacolo dal compositore Giuliano Di Giuseppe.

BUENOS AIRES (Argentina)

Buenos Aires - Usina del Arte/ Sala de Cámara (Agustín Caffarena 1- La Boca)

Venerdì 17 giugno alle ore 20:30

Istituto Italiano di Cultura, nell’ambito dell’Anno dell’Italia in America Latina (AIAL) e della manifestazione culturale “VERANO ITALIANO”.

Ensemble Cameristico I Bricconcello in “Paesaggi Musicali Italiani

www.usinadelarte.org

www.iicbuenosaires.esteri.it

Descrivere un Paese come l’Italia attraverso alcune delle sue migliori tradizioni di musica popolare e le sue ispirazioni poetiche più colorite è l’ambiziosa e impegnativa proposta che ci presenta l’ensemble da camera “I Bricconcello”. La formazione riunisce quattro musicisti con un’importante carriera artistica a livello internazionale:

  • Leonardo De Lisi (tenore)
  • Péter Szücs (clarinetto)
  • Luca Trabucchi (chitarra)
  • Pierluigi Ruggiero (violoncello).

Con un programma che include un omaggio alle città di Venezia e Napoli, oltre ad una suite dedicata alla musica ed al Cinema degli anni ’30, l’ensemble “I Bricconcello” ci condurrà in un viaggio musicale e multimediale lungo i paesaggi, l’arte e la cultura dell’Italia, attraverso le melodie appositamente arrangiate per questo spettacolo dal compositore Giuliano Di Giuseppe.

Seguici anche su: